"Non è con le multe e con gli atteggiamenti squadristi che si garantisce la sicurezza e il decoro di Potenza ma con la collaborazione tra i vari attori politici, istituzionali, imprenditoriali e di controllo nel rispetto delle norme ma anche del buon senso. Il sindaco di destra Guarente non può pensare di amministrare la città  'consentendo' di 'punire' i commercianti che già vivono un momento complicato, nascondendo invece, il grave decadimento a cui sta destinando la nostra intera comunità".

“Ringrazio il presidente dell’Anci della Basilicata, Salvatore Adduce per la tempestiva risposta e per aver preso l’impegno a far eliminare a tutti i Comuni lucani il pagamento del bollo per la presentazione della domanda di occupazione di spazi pubblici per manifestazioni politiche così come aveva proposto il segretario regionale dei Radicali lucani, Maurizio Bolognetti”.

“Come purtroppo era ampiamente prevedibile la fase attuale di gestione del contagio da Covid 19 è contraddistinta da una serie di difficoltà a tutti i livelli che complicano non di poco il ritorno alla normalità. E’ anche il caso di Poste italiane con il livello di funzionalità degli sportelli territoriali che è ben lungi dall’essere sufficiente”.

La Bonetti illustra il Family act ai lucani. Il Consiglio dei ministri ha ultimato lo scorso 11 giugno un progetto di legge destinato a introdurre una serie di misure di sostegno alle famiglie. Il pacchetto voluto dal ministro per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti di Italia Viva è di fatto il primo grande piano integrato per le famiglie italiane.

“Visto l'esito dei lavori fin qui realizzati c'è oggettivamente da complimentarsi con la Protezione civile, Acquedotto lucano, Enel e con i militari che hanno montato rapidamente la struttura. Rimangono però molti quesiti connessi a dubbi non sciolti, tenuto conto che la struttura potrebbe essere pronta quando, ci auguriamo, non servirà più”.

“Abbiamo presentato stamattina una interrogazione consiliare in cui si chiede al presidente della Regione Vito Bardi e alla Giunta regionale di spiegare il motivo per cui non stati ancora elargiti i contributi della Sezione Primavera degli anni scolastici 2018 – 2019 e 2019 – 2020 a favore delle Cooperative sociali che hanno prestato servizio”.

Pagina 1 di 16

© 2017 @mariopolese